Sa Sartiglia Oristano 7-9 febbraio 2016

A Sa Sartiglia con CLACSOON: in viaggio verso la tradizione.

In Sardegna il Carnevale è una festa che viene presa sul serio! Le sfilate si susseguono per tutta l’isola, in un’atmosfera ancestrale fatta di affascinanti maschere antropomorfe e zoomorfe che, con le loro danze e le loro corse, danno vita a riti suggestivi che si ripetono nei secoli. Questi cerimoniali, fortemente legati alla terra e agli animali, costituiscono lo strumento con cui spaventare gli spiriti malvagi e propiziare campi fertili e raccolti abbondanti.

Uno degli eventi più celebri e affollati è quello de Sa Sartiglia, che si tiene, per antica tradizione, l’ultima domenica e l’ultimo martedì di Carnevale. La manifestazione è incentrata su una spettacolare corsa equestre, in cui i cavalieri si avvicendano nel tentativo di infilzare la Stella forata al centro: quante più Stelle saranno colte, tanto più fecondo sarà il resto dell’anno.

Ogni anno turisti e non, da ogni parte della Sardegna, raggiungono Oristano per non perdersi questo spettacolo entusiasmante. Quest’anno anche CLACSOON è partner de Sa Sartiglia, che si svolgerà domenica 7 e martedì 8 febbraio. Se ancora non sai come arrivarci, oppure hai un mezzo ma viaggiare da solo ti annoia e vorresti dividere le spese, perché non fare carpooling con CLACSOON?

 

Corsa alla Stella

 

Sa Sartiglia è curata nelle sue fase tradizionali dal Gremio dei Contadini la domenica, mentre il martedì è il Gremio dei Falegnami ad occuparsene. Il cerimoniale si svolge in maniera pressoché identica in entrambi i giorni. Si inizia alle 10 del mattino, con la lettura del bando che annuncia in città l’imminente corsa.

A mezzogiorno, partendo dalla casa della massima autorità del Gremio protagonista della giornata, un lungo corteo formato da tamburini, trombettieri, componenti del Gremio e dalle massaieddas, accompagna il cavaliere capocorsa prescelto presso il locale dove vestirà i panni de Su Componidori. Al termine, sarà proprio lui a guidare il corteo dei cavalieri verso la via della Cattedrale, dove si svolgerà la Corsa alla Stella.

 

Vestizione de Su Componidori

 

Dopo aver aperto ufficialmente la corsa con un triplice incrocio di spade con il suo Secondo, al ritmo dei tamburi, su Componidori dà inizio alla Corsa, affrontando per primo la sorte. A partire da quel momento, lui e solo lui potrà stabilire chi tra i cavalieri partecipanti potrà avere l’onore della spada e tentare la fortuna nel cogliere la Stella.

Le corse sul percorso della Cattedrale sono chiuse da Sa Remada, in cui su Componidori dà prova di grande abilità e coraggio affrontando il percorso a gran galoppo riverso sul cavallo, mentre benedice la folla con sa pippia de maju, un doppio mazzo di viole e mammole, innestato su un lungo fascio di pervinca strettamente legato da un panno verde.

Il corteo dei cavalieri si sposta quindi in via Mazzini, per dare il via alla Corsa delle Pariglie. Su questo percorso tutte le pariglie partecipanti potranno cimentarsi in spericolate acrobazie.

 

Corsa delle Pariglie

 

La giornata termina intorno alle 18:30 con la svestizione de su Componidori: le massaieddas, tolto il cilindro e il velo, sciolgono le fettucce che per ore hanno stretto la misteriosa maschera. Levata la maschera, cessa su Componidori, e il volto dell’uomo riappare ai numerosi presenti che salutano e plaudono all’impresa del cavaliere.

Vi abbiamo incuriositi? Non resta che prendere lo smartphone e inserire il viaggio: al resto ci pensa CLACSOON!

 

Per ulteriori informazioni e per approfondire, visita il sito http://www.sartiglia.info/.

CLACSOON è disponibile per iOS (bit.ly/clacsooniOS) e per Android (bit.ly/clacsoonplaystore).

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


− 3 = sei